Archivio tag: genova

Morgillo di Forza Italia contro la bandiera gay esposta in Regione

Il vice presidente del consiglio regionale della Liguria Luigi Morgillo ha chiesto di sapere quale iter è stato seguito per “l’autorizzazione ad affiggere sull’edificio della Regione la bandiera arcobaleno” cosa “ha spinto la Regione a schierarsi contro le ‘Sentinelle in piedi’”.

Fonte: http://www.ansa.it/liguria/notizie/consiglioregionale/2014/03/31/omofobia-morgillomale-bandiera-regione_5df1b95d-6483-4735-8c8f-20f752aca813.html

Luigi Morgillo

Luigi Morgillo
Foto:regione.liguria.it

Gay: Bagnasco, nozze grave vulnus famiglia

05c2d76fe67394e73c1d6e5d2164ef110f2cb042c328d9de36673063
(ANSA) – GENOVA, 30 MAG – ”È un vulnus grave alla famiglia”: cosi’ l’arcivescovo di Genova e presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, a margine di un incontro a Genova, ha commentato il primo matrimonio riconosciuto da un Comune in Francia a una coppia omosessuale. ”I diritti individuali – ha tenuto a sottolineare il capo dei vescovi italiani rispondendo a una domanda – sono gia’ assicurati dal diritto civile”.

Diamanti choc, insulti omofobi a Borriello

20/05/2013 – Genova: Diamanti choc, insulti omofobi a Borriello

E chi se lo aspettava. S’intende un accenno di rissa, in partita tranquilla di fine stagione fra Bologna e Genoa. E s’intende la frase con cui Alino Diamanti si rivolge a Marco Borriello. Minuto 33, Moscardelli cade nei pressi dell’area rossoblù, testa tra le gambe del centravanti rossoblù e accenno di colpetto di reazione alla caviglia, da lì si scatena un battibecco che riguarda in primis Borriello e il fantasista del Bologna, che si spingono. Entrambi ammoniti dall’altro Borriello, l’arbitro di Mantova che cerca di sedare gli animi degli altri giocatori che sopraggiungono.

Ma fra i due non finisce lì, mentre tornano verso centrocampo e il gioco riprende continuano a pizzicarsi. Dal labiale, prima Diamanti dice: “Ma vai, gioca”. E poi, tre volte: “Finocchio di merda” . Via, quanto meno curiosa la definizione scelta per uno dei calciatori che più riempiono i rotocalchi e il gossip per flirt presunti o meno con avvenenti fiamme. E, soprattutto, anche in gara in teoria da animi sereni senza tensioni di classifica e affini, un’altra dimostrazione di un calcio che a dichiarazioni di sessualità più libere e outing non è pronto. E non c’entra Borriello o le preferenze a letto e altrove di chiunque. È che Diamanti riesce a trovare un qualcosa di più inutile – qui nel senso di sciocco – della partita del Dall’Ara in termini di classifica. E chi se l’aspettava.

Borriello poco dopo, chiede il cambio: non perché toccato dall’episodio, ma perché dopo lo scontro capisce di poter essere presto toccato duro dagli avversari. Ballardini capisce e lo toglie. Il tecnico capisce meno, di certo, il sessismo del pallone: «Se uno vive la sua omosessualità in modo equilibrato – aveva detto tempo fa – non vedo quale problema ci sia, per me non esiste il problema».

Lo stesso Diamanti esce dopo un po’ , quando al termine della gara manca una manciata di minuti, cade male su un braccio. Portato fuori in barella, il Bologna conclude in dieci. E il fantasista viene trasportato in ospedale per accertamenti: “trauma contusivo-distorsivo al polso destro”, dice il referto. Che esclude le sospettate fratture. Necessaria però un’ulteriore valutazione, mentre oggi c’è il raduno della Nazionale a Coverciano (dove da Bologna si trasferisce Luca Antonelli). Il ct Cesare Prandelli – altro uomo di calcio che contro l’omofobia si è più volte speso – ha detto che per ora non intende sostituirlo, aspetta.

Fonte: Il secolo XIX
http://www.ilsecoloxix.it/p/sport/2013/05/20/APc8nTZF-diamanti_borriello_insulti.shtml